Affidamenti illeciti: tolti alle famiglie per soldi e sottoposti a scosse elettriche per alterare i ricordi

Affidamenti illeciti: Una inchiesta shock che viene a galla solo oggi: Angeli e Demoni è l’inchiesta che avrebbe portato alla luce una rete di servizi sociali della Val D’Enza.

Che sarebbe accusata di aver redatto false relazioni per allontanare i bambini dalle loro famiglie per poi collocarli in affido retribuito da amici e conoscenti.

L’inchiesta e le persone accusate

L’inchiesta coordinata dal sostituto procuratore Valentina Salvi, come spiega l’Ansa, ha portato a 18 misure cautelari dei carabinieri di Reggio Emilia:

tra questi anche il sindaco Pd di Bibbiano Andrea Carletti, politici, medici, assistenti sociali, liberi professionisti, psicologi e psicoterapeuti di una Onlus di Torino.

Cosa succedeva ai bambini

Stando a quanto ricostruito dagli investigatori, gli accusati operavano “lavaggi del cervello

ai bambini durante le sedute di psicoterapia, questi avvenivano tramite impulsi elettrici per “alterare lo stato della memoria“, rivela Ansa.

Ai bambini veniva spiegato come “macchinetta dei ricordi”, una sorta di gioco insomma, che avrebbe “alterato lo stato della memoria in prossimità dei colloqui giudiziari“.

Una storia incredibile che sta già sconvolgendo l’opinione pubblica.

Gli imputati sono accusati a vario titolo di frode processuale, depistaggio, abuso d’ufficio, maltrattamento su minori, lesioni gravissime, falso in atto pubblico, violenza privata, tentata estorsione, peculato d’uso.

I soldi attorno al business

Secondo i carabinieri, quello sugli illeciti affidamenti di minori in provincia di Reggio Emilia è «un business illecito di diverse centinaia di migliaia di euro di cui beneficiavano alcuni degli indagati, mentre altri si avvantaggiavano a vario titolo dell’indotto derivante dalla gestione dei minori attraverso i finanziamenti regionali».

Grazie a questi fondi venivano, inoltre, organizzati anche numerosi corsi di formazione e convegni ad appannaggio di una Onlus, «in elusione del codice degli appalti e delle disposizioni dell’Autorità Nazionale Anticorruzione».

Zingaretti: «Punire i colpevoli senza esitazione»

«Schifoso e orribile quanto emerge dall’inchiesta “Angeli e Demoni” sulla gestione di minori.

Si vada avanti, fino in fondo, per accertare le responsabilità, la verità e per punire i colpevoli senza esitazione. Patetici i tentativi di strumentalizzare politicamente questo dramma». Lo scrive su Twitter il segretario Pd, Nicola Zingaretti.

FONTE https://www.thesocialpost.it/

Hosting Wordpress

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*