È successo tutto all’improvviso. E non c’è stato nulla da fare

Durante la serata di ieri, domenica 7 giugno, sull’asfalto abruzzese si consumava la tragedia. Alle 20.15 Antonio Micucci, di Ortona, era alla guida della propria macchina insieme all’amico C. M., entrambi giovani di 22 anni. Dalla ricostruzione dei fatti pare che Antonio Micucci abbia perso il controllo del mezzo, andando così fuori strada e schiantandosi. La tragedia è avvenuta in una strada secondaria del quartiere Fontegrande, quella in direzione Iper di Ortona verso l’autostrada A14.

Il giovane 22enne avrebbe dunque perso il controllo della propria Fiat Punto, andando a schiantarsi contro il cancello di un magazzino.

All’arrivo dei soccorsi si è potuto constatare che per Antonio Micucci non ci fosse niente da fare, mentre l’amico e coetaneo è stato immediatamente soccorso dal 118, dall’elisoccorso e dai vigili del fuoco trasportato in tempo all’ospedale di Pescara in condizioni critiche. Ad effettuare i rilievi sul posto anche i carabinieri di Ortona sotto la guida del maggiore Roberto Ragucci. Antonio Micucci era operaio in un’officina meccanica sita nel centro storico e adesso non c’è più, in queste ore piovono una moltitudine di commenti sui social, amici e parenti si sono stretti in un unico, straziante, abbraccio: “Lacrime bruciano addosso come lava!”, scrive un amico.

E ancora: “Pita ci ha lasciati questa sera”. A Fara Filiorum Petri, nella provincia di Chieti, un’altro incidente ha visto la luce nelle ultime ore. Un 35enne di Bucchianico, D.P., è ha riportato gravi ferite dopo essersi schiantato con la proprio moto da cross contro un altro mezzo, una macchina. Il giovane è stato trasportato d’urgenza dal 118 all’ospedale di Pescara in codice rosso. Anche se la prognosi resta riservata, il giovane di 35 anni non dovrebbe essere in pericolo di vita.

FONTE

Hosting Wordpress

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*