Francavilla, lei lo lascia, lui la accoltella dodici volte all’addome: il cane della donna lo azzanna e le salva la vita

Francavilla, lei lo lascia, lui la accoltella dodici volte all’addome: il cane della donna lo azzanna e le salva la vita

Era accecato dalla rabbia Roland Bushi, il 27enne di origini albanesi arrestato dai carabinieri della Stazione di Francavilla al Mare dopo aver

accoltellato dodici volte una donna moldava di 33 anni con la quale da qualche mese, secondo quanto emerso, aveva una relazione e che lei non voleva più frequentare.

A salvare la giovane sarebbe stato l’intervento provvidenziale del pastore abruzzese di casa, azzannando l’aggressore al capo e alle mani.

Francavilla, lei lo lascia, lui la accoltella dodici volte all’addome: il cane della donna lo azzanna e le salva la vita

L’uomo, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, dopo aver suonato al cancello esterno dell’abitazione ed aver ricevuto l’ennesimo rifiuto, ha scavalcato la recinzione

e si è scagliato contro la donna pugnalandola all’addome e al petto utilizzando un coltello con una lama di oltre dieci centimetri che si era portato appresso.

La vittima, soccorsa dal 118 di Chieti, e che ha riportato lesioni al fegato e ad un polmone,

è stata ricoverata in Chirurgia nell’ospedale di Chieti per essere sottoposta a intervento chirurgico e non è in imminente in pericolo di vita.

I militari di Francavilla al Mare hanno immediatamente bloccato e arrestato il 27enne per tentato omicidio:

l’albanese aveva gettato il coltello nelle campagne intorno alla casa ed era in procinto di fuggire.

Nel giardino di casa c’è la madre della 33enne, ancora sotto shock

rimasta per tutta la mattina in contatto telefonico con l’altra figlia che,

all’ospedale SS Annunziata di Chieti, assiste la sorella che ha riportato lesioni al fegato e ad un polmone.

«Siamo venuti in Italia in vacanza a trovare mia figlia – ha detto la donna in un italiano stentato – e ora c’è l’altra mia figlia in ospedale».

fermato dai carabinieri, è stato prima portato in caserma a Francavilla al Mare e poi trasferito alla casa circondariale di Chieti, Madonna del Freddo.

fonte



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *