Gigi Sabani torna in TV: il ricordo commosso di Pierluigi Diaco

Pierluigi Diaco ricorda con grande commozione Gigi Sabani, durante la puntata del suo programma, Io e te, andata in onda ieri. Le sue parole rivelano grande rabbia per come si concluse la sua carriera infangata da uno scandalo sessuale di cui era poi del tutto innocente, come stabilirono le autorità giudiziarie.

Pierluigi Diaco e il j’accuse contro la televisione italiana

Gigi Sabani, imitatore e conduttore molto famoso, si è spento il 4 settembre 2007, stroncato da un infarto.

La carriera di Gigi Sabani si concluse simbolicamente quando venne

accusato di induzione alla prostituzione e truffa a fini sessuali.

L’imitatore e conduttore venne messo agli arresti domiciliari dal 18 giugno all’1 luglio 1997,

fu poi completamente scagionato dalle accuse e risarcito per quella reclusione con 24 milioni di lire.

Ma quello scandalo lo colpì da tutti i punti di vista distruggendo la sua carriera, al punto che furono pochissimi i colleghi che rimasero al suo fianco.

Proprio parlando con una sua ospite, Carmen Russo, Pierluigi Diaco ha annunciato che nella seconda parte della sua trasmissione avrebbe ricordato Gigi Sabani, il “dimenticato dalla televisione italiana“. Pierluigi Diaco entra in medias res nel suo J’accuse nei confronti della Tv e la difesa.

Il presentatore di Io e te esordisce con queste durissime parole:

La televisione italiana deve delle scuse a Gigi , che è stato dimenticato e che molto raramente viene ricordato“.

Gigi Sabani: una carriera infangata da uno scandalo sessuale

Pierluigi Diaco esordisce così il suo ricordo commosso di Gigi Sabani: “Mi scuso con lui se in questi ultimi anni non ho avuto le occasioni di ricordarlo come avrebbe meritato. (…) La televisione italiana deve delle scuse a un gentiluomo del piccolo schermo e oggi vorrei omaggiarlo“.

La sorella del conduttore scomparso, Isabella Sabani, presente in studio ricorda a Pierluigi Diaco la grande stima che aveva suo fratello nei confronti del presentatore.

Dopo queste parole, l’emozione di Pierluigi Diaco viene fuori, impetuosa: “Gigi stava spesso da solo la sera e spesso ci sentivamo e io lo andavo a trovare per il secondo o per il dolce e ricordo delle conversazioni incredibili“.

Dopo queste parole, la voce del presentatore si rompe e continua:

Era un periodo per Gigi Sabani molto tosto, insieme al mio amico Franco Califano, insieme a Enzo Tortora,

Gigi Sabani è stato vittima della malagiustizia italiana,

vittima delle invidie dei suoi colleghi e vittima di una televisione che non ha saputo onorarlo“.

fonte

Hosting Wordpress

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*