Giovane donna uccisa a 32 anni, il marito confessa l’omicidio

Il marito di Piera Napoli, giovane di 32 anni uccisa a Palermo, ha confessato l’omicidio della donna. Davanti al magistrato e ai carabinieri, Salvatore Baglione, di 37 anni, ha ammesso le sue responsabilità. L’omicidio è avvenuto intorno alle 13.

Il corpo della donna è stato ritrovato dai carabinieri nel bagno di casa, in via Vanvitelli, nella borgata popolare di Cruillas a Palermo.

L’interrogatori del pm Federica Paiola e del capitano Simone Calabrò è terminato da pochi minuti: si è svolto alla presenza anche del legale dell’uomo, Daniele Piparo.

L’uomo che ha confessato l’omicidio questa mattina avrebbe accompagnato i tre figli dai nonni ed è poi rientrato in casa.

Non sono ancora note le motivazioni che hanno portato al litigio tra l’uomo e la moglie che ha poi portato all’inspiegabile omicidio. L’uomo si era presentato alla stazione dei carabinieri intorno all’ora di pranzo: ai militari ha detto di andare nell’appartamento, dove è poi stato trovato il cadavere della moglie.

I carabinieri hanno sequestrato un grosso coltello da cucina, che potrebbe essere stato usato come arma del delitto. Baglione è accusato di omicidio e il pm sta redigendo il provvedimento di fermo.

La vittima è Piera Napoli, una cantante neomelodica di soli 32 anni.

La donna sarebbe stata uccisa a coltellate e poi ritrovata nel bagno della sua abitazione. La cantante era nota in zona grazie ai video delle sue canzoni su YouTube e alla sua attività di cantante.

Qualche ora prima dell’omicidio il marito aveva pubblicato un post su Facebook scrivendo: “Il rispetto è una bella cosa, ma non tutti ne conoscono il significato”. I rapporti tra moglie e marito erano tesi da tempo, secondo quanto raccontano i vicini. Proprio questi ultimi riportano di liti ripetute, anche violente, già da diversi mesi.

La coppia ha tre figli, di cui due gemelli.

 

Hosting Wordpress

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*