I gravi rischi di contagio del coronavirus a causa del consumo di tabacco

I gravi rischi di contagio Il coronavirus attacca principalmente il sistema respiratorio della persona che lo contrae, secondo i medici è la parte del corpo più colpita.

Molte informazioni sono state divulgate sui modi in cui COVID-19 è diffuso attraverso l’Organizzazione mondiale della sanità; è importante che l’intera popolazione conosca le misure preventive di fronte all’emergenza sanitaria che stiamo vivendo.

I gravi rischi di contagio del coronavirus a causa del consumo di tabacco

Gli esperti hanno scoperto che qualsiasi persona in buona salute che inala l’aria espirata da un fumatore infetto da coronavirus è a rischio di infezione. Secondo diversi specialisti; l’allerta è in aggiunta alla raccomandazione fatta settimane fa di smettere di fumare di fronte all’epidemia perché riduce le difese.

Il messaggio è rivolto ai fumatori di tabacco e anche a coloro che hanno l’abitudine di svapare con le sigarette elettroniche.

“Le conseguenze delle sigarette elettroniche impediscono ai polmoni di respingere le infezioni.

Quando questi organi sono esposti all’influenza o all’infezione; i fumatori hanno più complicazioni di qualsiasi paziente che non abbia questa abitudine “; ha affermato Stanton Glantz; membro del Center for Research and Education for Tobacco Control dell’Università della California.

I fumatori hanno un rischio maggiore di carenze respiratorie.

Secondo l’accademico degli Stati Uniti, le persone che hanno la cotinina, una sostanza alcaloide della nicotina metabolizzata nel corpo; anche livelli molto bassi come i fumatori passivi; hanno maggiori probabilità di sviluppare infezioni nel sistema respiratorio.

Dato questo rischio, in Messico alcune organizzazioni statali esortano la popolazione fumatori a smettere.

Erick Ochoa, direttore di Salud Justa Mx, insieme ai membri della coalizione del Messico Salud-Hable, in una conferenza stampa tenuta a sostegno dell’iniziativa per riformare la legge generale per il controllo del tabacco; ha lanciato l’avvertimento.

Mentre il segretario generale del servizio medico di emergenza francese SOS Médecins, Serge Smadja, ha confermato l’esistenza di un rischio relativo alla diffusione di COVID-19 e all’uso di sigarette.

“Ciò che fuoriesce dal fumo di sigaretta proveniente dall’apparato respiratorio del paziente con infezione da coronavirus viene rilasciato nelle vie aeree della persona che ha di fronte ” , ha detto l’esperto.

Anche se ha sottolineato che “il tabacco stesso è già un fattore di rischio”.

Smadja ha sottolineato che esiste un’alta percentuale di pazienti deceduti per coronavirus affetti da altre malattie, in particolare EPC (Chronic Obstructive Pulmonary Disease), un’insufficienza respiratoria acuta causata dall’uso del tabacco.

Hosting Wordpress

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*