IL BAMBINO DEI MIRACOLI. Un neonato di soli 8 giorni sopravvive a 25 attacchi cardiaci

IL BAMBINO DEI MIRACOLI. Un neonato di soli 8 giorni sopravvive a 25 attacchi cardiaci Lo si può definire un bimbo dei miracoli. Il piccolo Theo Fry ha commosso la Gran Bretagna intera: è infatti sopravvissuto a 25 attacchi di cuore in un giorno.

La sua lotta per la vita è iniziata ad appena 8 giorni e prima di spegnere le prime candeline aveva già combattuto un totale di trenta arresti cardiaci, subito 17 operazioni, due delle quali con un intervento chirurgico a cuore aperto.

La vicenda

Ora a 19 mesi, questo piccolo guerriero, ha recuperato in maniera sorprendente. «Tutti si aspettavano che Theo morisse» evidenzia la mamma  Fauve Syers, in un’intervista al Mirror. «Ora – aggiunge – ha gioia per la vita. Un miracolo».

Curato all’Alder Hey di Liverpool, lo stesso ospedale dove è stato preso in carico il piccolo Alfie Evans, ha iniziato la sua lotta ad appena una settimana di vita per un tipo di scompenso cardiaco, ha avuto un arresto cardiaco durante un’operazione e poi, in una notte che i suoi genitori ricorderanno per sempre, il 31 gennaio 2017, ad appena nove mesi ha avuto 25 arresti cardiaci in 24 ore. Il chirurgo che ha salvato il piccolo Theo ha descritto il suo recupero come “sorprendente”.

Il dottor Ramana Dhannapuneni, ha sottolineato: «Theo ha subito il maggior numero di arresti in 24 ore di cui
ho sentito parlare – è molto raro e inusuale. Abbiamo dovuto operare immediatamente, poiché non sarebbe sopravvissuto molto più a lungo». Un anno dopo, Theo sta bene.

«Tutti quelli che lo vedono trovano che sia felice – conclude la mamma – è incredibile quello che ha passato. E’ così forte».

Dopo essere stato dimesso ha avuto l’aritmia per settimane ed è stato riportato in ospedale e lì è rimasto per altri 6 mesi. Il 31 gennaio del 2018 Theo, che all’epoca aveva 9 mesi, ha affrontato 25 attacchi cardiaci nell’arco di 24 ore.

Sua mamma ha commentato: “è stato orribile, ha avuto un attacco dietro l’altro. Sapevo che non poteva sopportarne ancora. Guardavo il team che lo resuscitava pensando: “Oh Dio non lasciare che sia il suo ultimo respiro”. Il giorno seguente il bimbo è stato operato, se non l’avessero fatto non sarebbe sopravvissuto.

Dopo essere stato operato Theo è tornato a casa e si è ripreso completamente.

“Theo ha subito il maggior numero di arresti cardiaci di cui io abbia mai sentito parlare. Se non l’avessimo operato immediatamente non sarebbe mai sopravvissuto. Il suo recupero è sorprendente” ha dichiarato il chirurgo  Ramana Dhannapuneni. La mamma di Theo, naturalmente, è felice per la ripresa del figlio: “è incredibile ciò che ha affrontato, lui è tanto forte”. Ora la sua famiglia raccoglie fondi per la Healing Little Hearts, un’associazione caritatevole inglese che raccoglie fondi per operare i bambini nei paesi poveri.

(Leggo)
Hosting Wordpress

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*