In alcune zone d’Italia è previsto l’arrivo del maltempo.

Neve e temporali:In alcune zone d’Italia è previsto l’arrivo del maltempo.

Il meteo sta per avere delle svolte inaspettate in Italia. Dopo gli incendi degli ultimi giorni, che hanno colpito la Sardegna e la Toscana, è atteso il ritorno del maltempo. Secondo le previsioni, dovrebbe arrivare una perturbazione con nubifragi, forti temporali e anche neve.

Il maltempo al Nord

Il maltempo dovrebbe colpire il Nord Ovest dell’Italia, in particolare la Liguria e il Piemonte, ma anche la Toscana. il dipartimento della Protezione civile ha diffuso un altro avviso di condizioni meteorologiche avverse, dopo quello già diffuso nella giornata del 14 luglio.

In Liguria il meteo dovrebbe peggiorare, con rovesci e temporali: è  un’allerta meteo arancione.

Invece In Toscana invece le forti piogge dovrebbero essere a carattere diffuso nell’Arcipelago, a carattere sparso lungo la costa centrale e meridionale in rapida estensione alla costa e alle zone Appenniniche, e successivamente nel corso della mattinata anche nelle aree interne della regione.

In realtà su tutto il Nord è previsto l’arrivo di un’insolita perturbazione estiva con nubifragi, forti temporali e anche neve sulle Alpi, sopra i 2000 metri.

Anche se il meteo dovrebbe migliorare solo a partire da martedì, in settimana, a partire da giovedì, sono previsti nuovi temporali al Nord.

Gli incendi in Italia

Mentre in una parte dell’Italia sono previsti temporali e neve: altre aree sono state interessate da incendi.

Ottocento ettari di macchia mediterranea è stata distrutta a Tortolì; in Ogliastra: le fiamme si sono divampate vicino al lido di Orrì dopo che un agricoltore avrebbe bruciato sterpaglie in una giornata di vento.

Sempre in Sardegna, un altro incendio nelle campagne di Ittiri, nell’hinterland di Sassari, è stato invece di origine dolosa. Anche in località Cala Piccola, all’Argentario (Grosseto) in Toscana c’è stato un incendio.

Per restare aggiornati clikka su ricevi notifiche grazie 🙂

Hosting Wordpress

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*