In coma affetta da Coronavirus, partorisce: al risveglio scopre che sua figlia è nata

In coma affetta da Coronavirus, partorisce: Angela Primachenko è una donna americana di 27 anni che ha scoperto di avere il Coronavirus in gravidanza. I medici hanno deciso di indurle il coma farmacologico e al suo risveglio ha scoperto che sua figlia era nata. Il Daily Star ha raccontato la sua storia. Angela vive nello stato di Washington.

In coma affetta da Coronavirus, partorisce: al risveglio scopre che sua figlia è nata

Alla 33esima settimana di gravidanza scopre di essere stata colpita dal Covid 19. Capisce di dover lottare per la sua vita e per quella della sua bambina. Le sue condizioni finiscono per peggiorare rapidamente tanto da rendere necessario l’impiego di un ventilatore polmonare. A un certo punto, i medici del Legacy Salmon Creek Medical Center (Washington) che l’avevano in cura decidono che sarebbe stato meglio tenerla in condizione di coma farmacologico.

La fase successiva è stata quella di indurre il travaglio. Angela, quando si è svegliata, ha ricevuto la notizia più bella della sua vita: la piccola Ava era nata. Sta bene è risulta negativa al virus, mamma e figlia però devono rimanere lontane ancora per un po’.

“Mi hanno dimessa: dopo 7 giorni in ospedale, 10 giorni attaccata a un ventilatore e mille preghiere sono a casa ed è così bello!” ha scritto Angela su Instagram. La zia della bimba intanto ha avviata una raccolta fondi su internet: grazie alla generosità dei donatori sono stati raccolti oltre 50mila dollari.

“La mia gemella non solo è sopravvissuta al COVID-19 ma è anche riuscita a partorire mentre era in coma farmacologico… – ha scritto la sorella di Angela – Lo so, nessuno di noi sa come sia stato possibile, eppure è successo”. E in un video social, per commentare il commovente applauso dei medici che l’hanno accolta in reparto, ha scritto: “Oggi sono stata promossa! Lascio la terapia intensiva per scendere al piano con gli altri!”.

FONTE



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *