La mamma non si dà pace Mamma, sono troppo stanca, ma non voglio andare, voglio restare con te

Inchiesta sulla bambina di 5 anni morta al Di Cristina, la madre.

Ditemi cosa è successo”
La famiglia ed il consolato tunisino chiedono l’autopsia per chiarirlo, ma per il pm non è necessario.

Tutto è iniziato con una caduta“

La mamma non si dà pace Mamma, sono troppo stanca, ma non voglio andare, voglio restare con te

Inchiesta sulla bambina di 5 anni morta al Di Cristina, la madre.

Ditemi cosa è successo
le sue urla di dolore, sento la sua voce che mi dice.

Mamma, sono troppo stanca, ma non voglio andare, voglio restare con te’, vedo il suo volto e so che questo dolore non passerà mai.

Ma è mia figlia, aveva appena 5 anni, e io ho il diritto di sapere perché è morta, di cosa… Tutto è iniziato con una caduta, mentre giocava con una delle sue sorelle.

E’ straziante il racconto di Safa Gharby, 34 anni, la mamma di Sara, la piccola di origini tunisine residente a Caltanissetta, spirata il 30 marzo all’ospedale dei Bambini di Palermo.

Un caso in cui si era ipotizzato anche il Covid-19. Tubercolosi, questa sarebbe la diagnosi alla fine, ma la Procura ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo.

E, per l’avvocato Francesco De Lorenzo, del foro di Roma, che assiste la famiglia della bambina i punti da chiarire sarebbero tanti.

Inchiesta sulla bambina di 5 anni morta al Di Cristina, la madre.

Ditemi cosa è successo”
La bambina avrebbe avuto difficoltà ad andare in bagno “e mi accorgevo – spiega ancora la madre – che il suo cuore batteva forte, quindi ho chiamato nuovamente la pediatra e mi ha detto: ‘La bambina non ha nulla, tu stai esagerando, se la piccola è impaurita falle un po’ di camomilla’”. La mamma avrebbe quindi chiamato una prima volta la Croce Rossa.

Sarebbe stato consigliato di andare in ospedale, ma vista l’emergenza Covid-19 alla fine si sarebbe deciso di attendere il giorno successivo.

La mattina dopo, il 30 marzo, la signora, visto che la situazione non migliorava, aveva chiamato il 118: “Non aveva febbre alta, era a 36, ma è stata portata subito al pronto soccorso del Sant’Elia“

Hosting Wordpress

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*