Pranzo di Natale finisce in tragedia, 7 morti e decine di intossicati. “Hanno servito veleno” Cosa è accaduto

Pranzo di Natale finisce in tragedia, 7 morti e decine di intossicati. “Hanno servito veleno” Cosa è accaduto

Un liquore al cocco ha ucciso almeno 8 persone a Rizal, nelle Filippine, durante dei festeggiamenti natalizi. Circa trecento persone sono state ricoverate in ospedale.

Pranzo di Natale finisce in tragedia, 7 morti e decine di intossicati

Responsabile della strage sarebbe questo liquore chiamato “lambanog”, che avrebbe contenuto una quantità eccessiva di metanolo.

Strage nelle Filippine a causa di un liquore al cocco. Almeno otto persone hanno perso la vita dopo aver consumato una bevanda alcolica, adulterata con alti livelli di metanolo, molto utilizzata nel Paese durante le feste natalizie.

Secondo fonti del New York Times, il bilancio è ancor più grave, con undici vittime. E sono inoltre circa 300 le persone ricoverate negli ospedali del Paese.

A quanto ricostruito, tutte le vittime avevano partecipato a feste durante il fine settimana nella città di Rizal, a sud-est di Manila, e hanno lamentato dei dolori di stomaco dopo aver bevuto il liquore al cocco, noto localmente come “lambanog”.

Megan Jayne, la sua lotta contro l’anoressia raccontata su Instagram

Alcune delle persone ricoverate sono in condizioni critiche secondo quanto ha spiegato Jose Jonas Del Rosario, portavoce del Philippine General Hospital della capitale Manila.

“Abbiamo chiesto a molti dei nostri medici in congedo per ferie di rientrare al lavoro solo per occuparsi dei pazienti”, ha aggiunto il portavoce.

La polizia ha dichiarato che tutti avevano bevuto la stessa marca di liquore killer che era stata acquistata nella zona. Il governo locale ha quindi imposto un divieto immediato alla vendita della bevanda.

Gran parte del liquore di cocco sul mercato è prodotto in casa dalla gente del posto. Non è la prima volta che si registrano tragedie simili e non a caso il governo aveva precedentemente messo in guardia contro la vendita di bevande alcoliche non registrate.

Il metanolo, uno dei sottoprodotti della fermentazione del vino di cocco, può causare cecità e morte.

Alcuni produttori, secondo quanto hanno spiegato i medici, mantengono il metanolo per ragioni economiche perché significa maggior volume e maggiori profitti.

Il proprietario della distilleria presumibilmente responsabile dell’avvelenamento si sarebbe arreso alle autorità dicendosi pronto a collaborare.

Continua a leggere

 

Hosting Wordpress

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*