Tag: coronavirus

Gerry Scotti: Una notizia che ha fatto in poche ore il giro del web: Gerry dovrà recarsi in ospedale. Spiegato il motivo.

Gerry Scotti: Una notizia che ha fatto in poche ore il giro del web: Gerry Scotti dovrà recarsi in un RSA a Sannazzaro. Spiegato il motivo. Il conduttore si è sempre fatto amare per la sua incredibile sensibilità. Nelle ultime ore ha accettato di recarsi 

Saturimetri GRATIS da oggi: dove andare per ritirarli

Saturimetri GRATIS da oggi: dove andare per ritirarli Da oggi, lunedì 11 gennaio, saranno distribuiti gratis in farmacia oltre 30mila saturimetri. Vediamo chi ne ha diritto. L’iniziativa in collaborazione con Federfarma I saturimetri gratis potranno essere ritirati, a partire dalla giornata di oggi, 11 gennaio 

Coronavirus Roma, bollettino Spallanzani: ricoverati 48 pazienti positivi, 13 in terapia intensiva

Coronavirus Roma, bollettino Spallanzani: ricoverati 48 pazienti positivi, 13 in terapia intensiva

Ad oggi, giovedì 21 maggio, sono ricoverati presso l’Istituto Lazzaro Spallanzani di Roma

98 pazienti, di cui 48 sono positivi al Covid-19 e 50 sottoposti ad indagini.

Tredici pazienti, si legge nel consueto bollettino diffuso a mezzogiorno dall’ospedale, sono ricoverati in terapia intensiva e necessitano di supporto respiratorio.

“I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono a questa mattina 445”, si legge ancora nel bollettino.

I contagi di ieri nel Lazio

I nuovi contagi registrati ieri, 20 maggio, nel Lazio sono stati 28. Sette sono state le persone decedute, tutte in età avanzata o affette da patologie pregresse gravi. I guariti sono aumentati di 21 unità e quelli totali sono arrivati a 3.100.

Coronavirus Roma, bollettino Spallanzani:

“Proseguono le attivita’ per i test sierologici agli operatori sanitari e delle Forze dell’ordine: l’obiettivo è quello di testare, tracciare e trattare.

A questa mattina sono stati fatti 19.414 test sierologici, la presenza di Igg è stata riscontrata in 422, pari al 2,17 per cento in linea con quanto ci attendevamo.

Di questi 422 sono risultati positivi al tampone drive-in in 9 ed erano soggetti asintomatici quindi stiamo parlando dei casi più complicati da individuare”,

ha commentato l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato.

In totale nel Lazio sono 3786 gli attuali casi positivi al coronavirus.

Di questi, 2593 pazienti sono in isolamento domiciliare, 1119 sono sono ricoverati non in terapia intensiva, 74 sono ricoverati in terapia intensiva 647 sono i pazienti deceduti e 3100 le persone guarite. In totale sono stati esaminati 7533 casi.

fonte

 

In Cina 100 milioni di persone sono di nuovo in lockdown: torna l’incubo Coronavirus

La Cina ripiomba nell’incubo Coronavirus. Circa 108 milioni di persone nei territori a Nord Est del Paese del Dragone sono finite di nuovo in lockdown, dopo la scoperta di focolai dell’infezione che hanno costretto le amministrazioni locali a introdurre nuove misure restrittive per evitare l’ulteriore diffusione del 

Coronavirus e sindrome di Kawasaki, Alex muore a 8 mesi tra le braccia della mamma

Alexander Parsons a soli 8 mesi di vita è la vittima più giovane del Regno Unito della sindrome di Kawasaki collegata probabilmente all’infezione di Coronavirus. Il bambino, come riporta la stampa britannica, è deceduto tra le braccia della mamma lo scorso 25 aprile, ma solo 

Proposte per la fase 2: a Gaeta si va in spiaggia dentro cerchi di teli e bambù ecosostenibili

Cerchi di teli e bambù per delimitare i petrimetri entro i quali sistemare ombrelloni e lettini sulle spiagge di Gaeta, gettontissima meta turistica del litorale pontino. Questa la proposta ecosostenibile illustrata da due giovani architetti al sindaco Cosmo Mitrano. 

Autori del progetto Antonio Magnatti e Fabio Galluzzi, gaetano il primo e pugliese il secondo, un’idea messa a punto per permettere una fruizione degli arenili in totale sicurezza, che abbia come obiettivo il distanziamento sociale tra i bagnanti, con un’attenzione particolare verso l’ambiente. “Apprezzo moltissimo l’iniziativa dei due giovani architetti, tra cui un ragazzo di Gaeta, che si sono attivati mettendo a disposizione la loro professionalità e progettualità – commenta il sindaco Mitrano – Pertanto invito gli operatori balneari di Gaeta a raccogliere la loro proposta e a confrontarsi con loro, per valutare se può essere utilizzata o bisogna modificarla in base alle tangibili esigenze, compatibilmente con quanto verrà stabilito per la fruizione degli arenili”.

Il progetto dei due architetti prevede la suddivisione della spiaggia in aree perimetrate e poste in sicurezza, per consentire ad adulti e bambini di godersi il mare nel rispetto delle regole imposte dal Governo, per far fronte all’emergenza sanitaria, che mira al contenimento dei contagi da coronavirus. “Si tratta di un modello che può essere facilmente realizzato in autocostruzione da ogni operatore balneare, circoscrivendo il perimetro di cinque metri di diametro di ogni ombrellone con canne di bambù o teli – spiegano i due architetti – Trattandosi di un intervento da realizzare sulla spiaggia, sono stati scelti materiali ecosostenibili, facili da reperire e durevoli nel tempo”.

Una soluzione non solo ecosostenibile, ma anche gravole per i bagnanti: “Il tutto si sviluppa tenendo conto delle misure di ventilazione e soleggiamento, prendendo come esempio il litorale di Serapo. Il cerchio di bambù o di teli si sviluppa con un’altezza graduale per permettere al vento di passare andando a costituire un piccolo ‘habitat protetto'”.

FONTE

Paola e Michele, innamorati sul balcone, si sono incontrati per la prima volta finito il lockdown continua

La Fase 2 è cominciata anche per Paola e Michele; i due ragazzi veronesi che si sono conosciuti e innamorati durante i due mesi di lockdown incontrandosi per la prima volta su un balcone. Per  quasi sessanta giorni Paola Agnelli, 39 anni, e Michele D’Alpaos, 

La violenza in famiglia esplode in quarantena: in poche ore 6 aggressioni a genitori, figli e mogli

Tra Napoli e provincia sono molte le famiglie ‘scoppiate’, nel corso della convivenza forzata da due mesi causa quarantena Covid-19. E molti sono i racconti che si ascoltano da carabinieri e poliziotti, spesso chiamati in queste settimane difficili a sedare liti o impedire che diventassero 

Coronavirus, esodo dal Nord: 14 positivi al test rapido su 60 controlli. Posto di blocco a Caserta Sud, la foto

Napoli/Caserta. Quattordici su 60 sono risultati positivi al Coronavirus tramite il test rapido: è questo il dato alquanto allarmante che arriva da un posto di blocco autostradale effettuato all’altezza del casello di Caserta Sud, al confine con Napoli.

A dare la notizia la trasmissione televisiva ‘Tagadà’ di La7. In pratica sono stati controllate sessanta persone provenienti dal nord attraverso la misurazione della temperatura, test sierologici e test rapidi. Uno su quattro è risultato positivo (pare che molti di loro avessero anche la febbre). Ovviamente adesso occorrerà verificare la positività attraverso il tradizionale tampone.

Rifiuta l’ossigeno dopo la morte della moglie: muore 5 ore dopo la sua amata

Rifiuta l’ossigeno dopo la morte della moglie:  Un anziano di 90 anni affetto dal coronavirus ha rifiutato l’ossigeno dopo aver saputo che la donna che aveva sposato 63 anni fa non ce l’aveva fatta. E così Bill Dartnall si è spento poco dopo la sua