Treviso: morto il bimbo schiacciato dal un cancello di casa

E’ morto cerebralmente questa mattina il bimbo travolto dal cancello di casa a Treviso. La famiglia sta pensando di donare gli organi.

Il bimbo di 4 anni era stato travolto dal cancello lo scorso mercoledì sera.

Aveva soltanto 4 anni

Si chiamava Tommaso Tiveron il bimbo che è rimasto schiacciato sotto il cancello di casa. E’ accaduto a Caiser (Treviso) nella serata di mercoledì. Non appena il bimbo era stato ricoverato all’ospedale di Treviso e tutta la famiglia si era stretta attorno alla famiglia pregando, affinché le condizioni di salute del bimbo potessero migliorare.

La morte cerebrale del piccolo è stata dichiarata questa mattina dai medici dell’ospedale attorno alle 9:30. La famiglia ha optato per la donazione degli organi e i medici valuteranno se sarà possibile espiantarli.

Come si legge su Tribuna Treviso, i genitori sono distrutti dal dolore. Il padre, il 43 enne Gianni Tiveron è un parrucchiere a Dosson mentre la madre Valentina ha 34 anni.

“TOMMASO ERA IL NOSTRO PRIMOGENITO, ED È STATA UNA GIOIA IMMENSA AVERLO TRA NOI: AVEVAMO SCELTO IL SUO NOME CHIACCHIERANDO, IN SEMPLICITÀ, SENZA PARTICOLARI RIFERIMENTI. MA LO AVEVAMO SCELTO IN ALLEGRIA, PIACEVA AD ENTRAMBI NOI GENITORI ED ORA CI TROVIAMO DI FRONTE ALL’OPPOSTO, A QUESTO TERRIBILE DRAMMA”.

Ha raccontato il padre con lucidità. Anche la nonna Daniela ed il nonno sono sotto choc.

La dinamica dell’incidente

Mentre il padre, la madre e la nonna stavano uscendo insieme al bimbo, che era dietro di loro, il cancello è crollato sulla testa del bambino. I familiari si sono girati per il rumore forte della caduta, trovando il piccolo sotto il peso del ferro. I paramedici del 118 hanno tentato di rianimare il piccolo e l’hanno condotto all’ospedale.

Il cancello era manuale e i genitori del piccolo hanno raccontato che a Tommaso piaceva chiudere porte e cancelli. Probabilmente, lo ha fatto anche mercoledì prima di uscire.

Hosting Wordpress

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*