Ultim’ora la Cina torna nell’incubo CoronaVirus: nuova chiusura totale dopo seconda ondata di infetti.

Con 32 nuovi casi di infezione che portano il totale dei contagiati da Covid-19 a 714, Hong Kong si rimette in quarantena. Così, dopo due mesi di lockdown, quando l’emergenza sembrava ormai definitivamente alle spalle, i numeri diffusi dal Centro per la protezione della salute (Chp) costringono le autorità a una nuova serrata. Sotto accusa cittadini europei e nordamericani che in pochi giorni hanno fatto triplicare il numero dei positivi. Ed ecco, dopo il fermo di gennaio e febbraio, di nuovo tutti a casa.

Si svuotano, dunque, le strade che stavano tornando lentamente alla normalità anche con il transito dei mezzi pubblici. Di nuovo è serrata per negozi e uffici. Chiuso agli stranieri l’aeroporto. Rimesse restrizioni su riunioni, assembramenti e vita notturna.

Annullati così anche i concerti, dopo che 43 infezioni sono state collegate a eventi di musica dal vivo, come riferisce il Guardian. I live incriminati si erano tenuti a Tsim Sha Tsui, Wan Chai e Lan Kwai Fong. I musicisti delle band sono tra i pazienti.  (TgCom)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *