Un paese sotto choc per la morte di Emanuele

Un paese sotto choc : Cotignola e la frazione di San Severo, dove viveva Emanuele Piancastelli, il 61 enne che ha perso la vita sabato in un incidente di canoa sul fiume Mincio, sono sotto shock per la sua scomparsa. La piccola imbarcazione si sarebbe improvvisamente rovesciata sopra la cascata di uno dei canali, a pochi metri sopra l’immissione del Mincio, a sud della località Borghetto.

Un paese sotto choc per la morte di Emanuele

Nello stesso natante aveva preso posto anche un amico di Piancastelli, un sessantenne di Bagnacavallo, ora ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Verona. Sulle cause della sciagura stanno ora indagando i Carabinieri di Castiglione delle Stiviere.

Pio Zannoni, che è stato medico di base per quarant’anni di Cotignola e frazioni, si commuove a ricordare Piancastelli che ben conosceva.

“Emanuele – spiega – era una bravissima persona, maggiore di quattro fratelli (due maschi e due femmine) attaccatissimo alla famiglia, al babbo e alla mamma. Persona esemplare nella vita e nel lavoro, lavorava all’Omia Resine di Bagnara, ma risiedeva ancora a San Severo in un appartamento a villa Grilli; dove entrambi i suoi genitori erano stati i custodi per decenni.

Amava lo sport – prosegue il dottor Zannoni – aveva frequentato anche corsi di speleologia e andava in grotta, ma sempre con grande prudenza e attenzione, non era assolutamente una persona avventata. Per la nostra piccola comunità – conclude Zannoni – è una perdita molto grave perché se ne è andata una persona rara; che mancherà a tutti noi”.

Emanuele Piancastelli, che durante il servizio militare era stato paracadutista nella Brigata Folgore, così come anche il fratello minore Ilio; era conosciuto per la gentilezza dei suoi modi e per il suo buon carattere, aperto e disponibile con tutti. “La scomparsa del nostro concittadino Emanuele Grilli – ha spiegato il sindaco di Cotignola Luca Piovaccari – è momento di grande tristezza per tutta la comunità; perché purtroppo se ne va un uomo ancora giovane, attivo e pieno di vita; che certamente lascerà un gran vuoto in tutte le persone che lo conoscevano. Una delle sorelle si è recata stamane in Veneto per il riconoscimento della salma”.

Ieri mattina a Cotignola e San Severo, dopo che la notizia della scomparsa del canoista si è rapidamente diffusa, c’era tanta tristezza e costernazione tra la gente presente sulla piazza e nei bar che vi si affacciano, per la perdita prematura di una persona stimata e benvoluta da tutti.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *