Una storia che ha dell’incredibile! Il gesto di questo imprenditore vi lascerà senza parole!

Sono ormai quattro anni che lo business-man Peter Shankman,con Una storia molto dolce, un papà imprenditore americano che per il suo lavoro viaggia molto, e ha collezionato 350 mila miglia aeree.

E dopo averne distribuiti un po tra famiglia, amici e il suo assistente. Ha deciso di donare le restanti miglia a chi necessita di viaggiare ma che non può permettersi di pagare il volo.

E sapete qual’è il motivo?

Rendere felici quelle persone che non hanno la possibilità non avendo avuto la sua stessa fortuna. Il signor Peter, porta avanti questo progetto da ormai quattro anni.

E con l’aiuto di internet dona le miglie accumulate a persone che purtroppo non possono prendere l’aereo a causa dei costi esorbitanti.

Anche quest’anno, puntuale come sempre, a fine novembre l’imprenditore ha postato il suo “regalo di natale”

sul sito Imgur, invitando chiunque fosse interessato a ricevere miglia a farsi avanti. Si tratta solo di voli “United Airlines” utilizzabili esclusivamente negli Usa, precisa Peter, dispiaciuto per non poter aiutare anche chi ha bisogno Oltreoceano.

“Nel 2016 ho volato più di quanto io abbia mai fatto prima e ho accumulato all’incirca 350.000 miglia. Tanto per fare un confronto, la luna si trova a 238.000 miglia di distanza. Attualmente sto costruendo questo post nel salone all’aeroporto internazionale di Narita a Tokyo, in attesa di un volo di ritorno a New York”, si legge sull’annuncio dell’imprenditore.

Peter Shankman si considera un uomo incredibilmente fortunato a vivere la vita che fa, ed è proprio per questo motivo che ogni anno decide di donare una parte della sua fortuna a chi, purtroppo, non ce l’ha.

“Io non sono ricco, io non sono famoso, ma ho una risorsa unica a mia disposizione. A causa di quanto io volo, ho un sacco di miglia aeree”. Essendo un padre single, spesso porta con sé anche la sua piccola bimba, che ha coinvolto nel progetto: “Lei sa che le buone azioni sono importanti.

”Sono passati solo pochi giorni dalla pubblicazione del suo post, ma si conoscono già le storie dei primi “vincitori”: un padre che vola per vedere suo figlio con autismo e la sorella di una donna malata di cancro che finalmente potrà riabbracciare.

“Vediamo che altro tipo di magia io e mia figlia possiamo fare per voi quest’anno”, commenta l’imprenditore. “Buone vacanze!”